Il metodo delle scienze

professor-frink

Così come te, che devi sostenere un esame prima di essere ammesso ad una scuola superiore, anche le ipotesi degli scienziati in passato hanno dovuto (e devono tuttora) sostenere un esame prima di diventare delle teorie scientifiche a tutti gli effetti. E questo esame è l’esperimento. O meglio gli esperimenti, tanti esperimenti, in tutte le condizioni possibili, in tutte le parti del mondo, in qualsiasi momento storico o più semplicemente dell’anno. L’esperimento deve poter riuscire sempre, il 100% delle volte, prima di poter dire che stiamo parlando di scienza. Galileo è stato il primo a comprendere l’importanza dell’esperimento, e della necessità che questo dia sempre lo stesso risultato, ogni volta che viene ripetuto. Anche la medicina è scienza, e pertanto, prima che un farmaco venga messo in commercio, è necessario che sia sperimentato, e che dia gli stessi benefici a tutte le persone che ne fanno uso durante la sperimentazione. Se così non è, il farmaco non viene messo in commercio. A volte chi soffre di gravi malattie e sente parlare di una cura che “in alcuni casi” ha funzionato, vorrebbe sottoporsi a quel tipo di cura, ma spesso si sente dire dai medici che loro sono contrari. Il loro “essere contrari” non è cattiveria! E’ solo che queste cure non sono state perfezionate al punto da superare al 100% l’esame del “metodo scientifico”, e contrastano con un punto fondamentale del giuramento di Ippocrate, quello che ogni medico fa prima di iniziare ad esercitare la propria professione:

“Giuro di prestare, in scienza e coscienza, la mia opera, con diligenza, perizia e prudenza.”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...